42) PARADISO NASCOSTO

C’e’ una zona nel territorio della Slovenia dove, a causa della particolare conformazione geomorfologica del terreno, i fiumi ed i laghi scompaiono sprofondando nel sottosuolo per poi riaffiorare alcuni chilometri piu’ avanti creando incredibili gallerie e ampie caverne nel sottosuolo. Uno dei piu’ spettacolari esempi di questo fenomeno e’ il parco di Rakov Skocjan ( Rio dei Gamberi), qualche chilometro dopo la citta’ di Postumia (a sua volta conosciuta per le sue famosissime grotte).

A Rakov Skocjan si giunge proseguendo lungo la statale che attraversa Postumia, svoltando in una strada che confluisce sulla destra poco dopo esser passati sotto i viadotti dell’ autostrada. Qui proseguendo in direzione Unec, costeggiando autostrada e ferrovia, arriverete ad un incrocio con le indicazioni sulla destra per il Rio dei Gamberi.

Imboccando la larga e polverosa strada sterrata per alcuni km e seguendo le indicazioni per l’ Hotel Rakov Skocjan, la prima cosa particolare che noterete sara’ che ad un certo punto vedrete due valli a destra ed a sinistra. Fermatevi ad osservare da entrambi i lati: a sx sara’ visibile la serpentina del fiume Rak nella valle mentre a dx il canyon da lui percorso prima di entrare nella Tkalca Jama ( Grotta del Tessitore) e sparire nel sottosuolo.

Qualche centinaio di metri piu’ avanti, dopo il tornante e la discesa, potrete parcheggiare e prendere il sentiero in discesa per giungere sul prato lungo il fiume Rak, e da qui volgendo lo sguardo a sinistra rendervi conto che poco prima siete passati con l’ auto sopra un grande arco di pietra naturale (Veliki Naravni Most). Seguendo il sentiero lungo il letto del fiume attraversate l’ arco e proseguite lungo il canyon fino a giungere all’ imbocco della Grotta del Tessitore.

Entrando nella grotta muniti di lampada noterete che le acque proseguono per circa 200 metri prima di finire in un sifone. Potrete cosi’ ritornare nella sala principale ed uscire salendo in alto dalla finestra del Tessitore, dove rivedrete il cielo nei pressi del tornante sulla strada..

Ripresa la macchina e proseguito per la strada in pochi minuti arriverete all’Hotel Rakov Skocjan che funge da ristoro e da centro visite del parco, dove potrete trovare mappe ed elenco di sentieri e percorsi per affrontare la visita del parco e delle cavita’ con lunghezza e tempi di percorrenza in modo da organizzarvi la visita in base al vostro tempo ed alle vostre capacita’.

Noi abbiamo optato per un sentiero che parte da dietro l’ hotel, scende al fiume, lo oltrepassa tramite un ponticello di legno e lo costeggia risalendolo per un paio di km fino a dove esce dalle caverne. ( si puo’ anche accorciare il percorso partendo piu’ avanti senza perdere niente di eccezionale).

Poco dopo aver seguito la parte di sentiero in salita arriverete in un punto con questi strani buchi nella parete rocciosa.

Entrateci, e con una luce ( magari anche quella del telefono) illuminatevi il cammino fino al finestrone per ammirare il fiume nella grotta.

Ritornando sul sentiero in breve tempo si attraversera’ una strada forestale per poi arrivare nei pressi del Mali Naravni Most, un piccolo arco di pietra che attraversa un profondo canyon sul cui fondo il fiume Rak esce dal sottosuolo.

Pochi metri prima del ponte, scendete per il sentiero a zig zag verso l’ ingresso ( attenzione alle pietre scivolose) di una cavita’ che presenta una finestra data da un inghiottitoio in alto a destra. Entrando nella caverna noterete che al buio improvvisamente si sostituira’ la luce proveniente dalla vostra sinistra, infatti una seconda uscita (dalla quale il fiume entra nella grotta) sfocia in una piccola “valle” circondata da alte pareti rocciose che ricorda molto alcuni film dove gli esploratori giungevano in un mondo inesplorato e sconosciuti attraverso stretti passaggi…

Qui il sentiero prosegue attraverso un ponticello che oltrepassa il corso d’ acqua e curvando a sinistra entra in un altro tunnel naturale risalendo il percorso delle acque.

Alla fine del tunnel alzate lo sguardo per rendervi conto che sarete proprio sotto il piccolo arco di pietra di poco prima e seguendo ancora il canyon giungerete alle Zelske Jame, le grotte da cui nasce il fiume Rak (alimentato dalle acque che provengono dal sottosuolo del Lago di Circonio ( Cerknisko Jezero).

Dentro le grotte con l’ aiuto di un fascio di luce noterete il punto da dove proviene il fiume e lungo le pareti i segni dei vari livelli dell’ acqua che varia di moltissimo a seconda delle stagioni e della piovosita’.

Potrete ritornare all’ hotel risalendo un sentiero nella seconda valle( quella del ponticello) oppure dopo esser usciti dalle grotte ritornando sui vostri passi prendendo a sinistra al primo bivio che trovate. In entrambi i casi arriverete sulla strada che attraversa il parco.

Affrontate questo meraviglioso itinerario poco conosciuto ma appagante muniti di scarpe adatte, una pila e un gps con mappe, cosi sarete sicuri di non perdervi neanche un pizzico delle bellezze di questi luoghi. Ovviamente cio’ che potrete vedere dipendera’ dalla stagione e dal livello delle acque al momento…

MAPPE, LINK E FOTO :

http://www.gssg.it/comunicazione/ambientale/percorsi-naturalistici/la-valle-di-rakov-skocjan/

http://www.slovely.eu/2013/08/27/rakov-skocjan-destate/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...